Maico Articolo Prova

QUATTRO DOMANDE SULL’IPOACUSIA IMPROVVISA

Un’improvvisa perdita dell’udito, che a volte si accompagna a vertigini e acufeni, può avere un’origine virale. Ce lo spiega il dott. Marsico dell’Ospedale S. Eugenio di Roma.

Oltre 4000 persone vengono colpite ogni anno da ipoacusia improvvisa, una perdita dell’udito che nella maggior parte dei casi si manifesta con un’insorgenza acuta prevalentemente di origine virale.

Maico Ipoacusia

Rivolgiamo 4 domande al dott. Cataldo Marsico Otorinolaringoiatra – Ospedale S. Eugenio di Roma

Quali sono i sintomi?

I sintomi dell’ipoacusia improvvisa sono l’immediata perdita dell’udito, ma nella stragrande maggioranza senza nessun sintomo premonitore. Talora la completa o parziale perdita dell’udito si accompagna alla comparsa di un acufene e di una vertigine di tipo oggettivo.

A cosa può essere dovuta?

Le cause dell’ipoacusia improvvisa sono diverse: le più frequenti sono le infezioni virali a carico della coclea e del nervo acustico, vascolari per ischemia o per spasmo, trombosi o emorragie dei vasi cocleari che causano una scarsa ossigenazione delle coclea, e traumatiche per traumi diretti o indiretti dell’osso temporale.

Quali sono le terapie più efficaci che vengono applicate ai pazienti che presentano questa patologia?

L’ipoacusia improvvisa si può curare con una terapia farmacologica a base di cortisonici, che si possono assumere sia per via generale, in particolare per via endovenosa o intratimpanica (introduzione del farmaco cortisonico direttamente nella cassa timpanica tramite iniezione). Alla terapia cortisonica si associano spesso farmaci vasodilatatori e antiaggreganti, nel caso si ipotizzi una causa vascolare.

Le recenti ricerche mostrano come l’ossigenoterapia iperbarica si è rivelata particolarmente efficace nei pazienti che ricorrono alle cure mediche tempestivamente. In cosa consiste?

L’ossigenoterapia iperbarica, cioè la somministrazione di un’alta concentrazione di ossigeno nella camera iperbarica, ha trovato applicazione nella terapia dell’ipoacusia improvvisa soprattutto quando si sospetta che, all’origine dell’ipoacusia improvvisa, via sia una causa ischemica cocleare da causa vascolare (trombosi spasmi del microcircolo cocleare).